Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Mute neoprene (140 Articoli)

Sesso

Selezionato:

Taglia

Selezionato:

Marchio

Selezionato:

Colori

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
3
 
Classificare
Pagina 1 di
3

La muta subacquea

Muta subacquea

La muta subacquea è un particolare tipo di indumento sportivo che serve a proteggere il corpo di chi nuota dal freddo. In acqua la dispersione del calore del corpo avviene a una velocità molto più elevata, di circa un 25% in più rispetto a quanto accade sulla terra ferma. Inoltre quando si praticano sport acquatici o subacquei spesso la temperatura dell’acqua è troppo rigida per poter rimanere immersi a lungo senza nessun tipo di protezione. Per questo motivo, chiunque debba passare molto tempo in immersione o chi entra spesso a contatto con le onde dovrà indossare sempre una muta. Le mute sono realizzate in uno speciale tipo di tessuto sintetico in gomma chiamato neoprene che è in grado di fornire un’ottima protezione dalle temperature basse, è molto elastico e resiste bene ai graffi, ai tagli e al calore. La barriera creata dal neoprene è ideale per creare un isolamento termico attraverso la formazione di una sottile pellicola d’acqua all’interno della muta che poi a contatto con il corpo si scalderà e manterrà una temperatura costante. Per le immersioni in acqua molto fredde esistono anche dei modelli di muta stagna che impediscono all’acqua di passare attraverso il tessuto e che quindi permettono a chi la indossa di rimanere sempre asciutto.

Come scegliere la muta

Sul mercato esistono molti modelli e tipologie di mute in neoprene, pensati per accomodare le varie esigenze di chi pratica uno sport acquatico o di chi lavora in mare o nei laghi. Per scegliere la muta più adatta è importante valutare i seguenti fattori:

  • categoria: la scelta della tipologia di muta in neoprene dipende dal tipo e numero di immersioni che si intendono realizzare. Una muta semistagna è adatta per immersioni in acque fredde ma si tratta di un modello non impermeabile. Normalmente queste mute sono realizzate in neoprene spesso 7 mm e hanno delle cerniere sulla schiena per poterle indossare comodamente. Una muta stagna, invece, garantisce l’impermeabilità completa ed è realizzata in neoprene e altri materiali, come il nylon, che impediscono all’acqua di penetrare nei microfori del tessuto. Per rendere il capo a prova d’acqua anche le chiusure sul collo, sui polsi e sulle caviglie sono stagne, grazie a degli speciali bordi in neoprene compresso o in lattice. Questo modello può essere usato anche in acqua a temperature estremamente basse o a grande profondità e spesso per migliorare la protezione termica i subacquei indossano la muta stagna sopra a delle speciali tute in pile. Poiché possono essere usate per fare attività subacquee in profondità, sono dotate di valvole di gonfiaggio per contrastare l’aumento della pressione oppure per favorire la risalita di chi le indossa.
  • spessore: lo spessore della muta in neoprene può variare in base alla temperatura dell’acqua in cui ci si immergerà. Una muta più spessa, come nel caso della muta stagna, proteggerà meglio dal freddo ma sarà più pesante e ingombrante e per questo è importante scegliere lo spessore più adatto a seconda del tipo di attività e del luogo in cui si svolgerà. Per immersioni a poca profondità, per il nuoto in estate o in acque con temperatura compresa tra i 25 e i 30 gradi centigradi si può optare per una muta con spessore di 3 mm, leggera a pratica. Se la temperatura dell’acqua è inferiore, tra i 20 e i 25 gradi, si dovrebbe passare a una muta da 5 mm, fino ad arrivare a quella da 7 mm per acque tra i 15 e i 20 gradi. Quando si fanno immersioni in profondità con bombole o se la temperatura dell’acqua scende sotto i 10-15 gradi è necessario indossare una muta stagna.
  • lunghezza: anche in questo caso è la temperatura dell’acqua che influisce sulla scelta di questa caratteristica della muta. Le mute corte sono adatte solo per quelle attività in cui l’immersione non è molto profonda, come per il nuoto, per l’apnea o per lo snorkeling, sempre che si svolgano in acque con temperature comprese tra i 25 e i 30 gradi centigradi. Per tutti gli altri tipi di immersioni più in profondità o per qualsiasi attività in acque con temperature inferiori ai 25 gradi è meglio optare per una muta in neoprene lunga.
  • cuciture: la tipologia di cuciture delle mute influenza molto l’impermeabilità di questo capo. Esistono tre tipi di cuciture: la overlock, usata anche nei vestiti comuni, che non garantisce un buon grado di protezione dell’acqua; la flatlock, realizzata con cuciture piatte rinforzate dalla colla e che garantisce una migliore protezione; la blindstitch, con cucitura, colla e nastro per una tenuta stagna.
  • comodità: la muta deve essere come una seconda pelle e quindi deve avere una vestibilità molto aderente su tutte le parti del corpo. Se si lasciano dei punti non aderenti l’acqua potrebbe ristagnare e raffreddarsi all’interno della muta mentre se si sceglie un modello troppo stretto si potrebbe ridurre la circolazione sanguigna nelle zone di demarcazione tra la muta e la pelle, come il collo, le caviglie o i polpacci e i polsi.

Tra le marche di mute con ampio catalogo di modelli possiamo trovare la Head, la Orca e la Zone3.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?