Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Camicie button down (197 Articoli)

Sesso

Selezionato:

Taglia

Selezionato:

Marchio

Selezionato:

Colori

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
4
 
Classificare
Pagina 1 di
4

Le camicie button down

Camicia buttom-down Fjallraven

La moda spesso tende a riproporre ciclicamente capi considerati fashion nel passato con alcune piccole modifiche, conquistando una grande fetta di mercato e permettendo di rinnovare il guardaroba strizzando un occhio ai trend degli anni passati. Un esempio tipico è quella della camicia che negli anni ’80 era considerata per eccellenza il capo dei cosiddetti lavoratori “colletti bianchi”, ovvero coloro che svolgevano professioni meno fisiche e in uffici, contrapposti ai “colletti blu”, i lavoratori manuali. Negli anni ’90 la classica camicia bianca strutturata continua ad essere simbolo dei lavoratori delle classi sociali più benestanti ma, grazie ai movimenti musicali di ribellione, come il grunge, si iniziano a vedere look che propongono camicie diverse, meno formali e più adatte a un pubblico giovanile, come nel caso delle famose camicie di flanella a quadretti. Negli ultimi anni questa tipologia di camicie è diventata il simbolo di un altro gruppo sociale, i famigerati “hipster”, categoria non ben definita ma che comprende giovani anticonformisti o alternativi. In realtà ormai esistono moltissimi tipi di camicie sul mercato, passando da quelle eleganti da cerimonia e da riunione di lavoro fino ad arrivare a quelle da boscaiolo tanto amate sia dal pubblico femminile che maschile. Un nuovo trend che rappresenta una via di mezza tra camicie formali e meno formali è quello delle camicie button down, ovvero con i bottoni sul colletto. Si tratta di un capo casual ma che conserva comunque un certo livello di eleganza, rendendolo perfetto quindi per tutti i giorni ma anche per uscite serali o feste. La camicia button down nasce negli Stati Uniti come evoluzione delle magliette a polo. La storia racconta che i giocatori di polo, infastiditi dai lembi del colletto delle polo che si muovevano troppo, decisero di aggiungere dei bottoni per tenerli fermi. Alcuni sarti presero spunto dal contesto sportivo, aggiungendo i bottoni anche ai colletti delle camicie. In breve la camicia button down è passata velocemente alla vita di tutti i giorni, diventando simbolo dell’abbigliamento smart casual.

Come scegliere una camicia button down

La scelta di una camicia spesso è molto più difficile di quella di una classica maglietta perché ci sono più fattori da considerare come il colletto, la larghezza delle maniche, la presenza di tasche, l’abbinamento con altri capi ecc. Poiché la camicia button down è un indumento casual, le regole per sceglierla non sono così rigide ma è comunque importante prestare attenzione ai seguenti fattori:

  • tipologia: l’elemento che contraddistingue tutti i tipi di camicie è il colletto. Per i modelli classici la sua forma ne determina lo stile e l’eleganza, passando da camicie dal colletto italiano, francese, coreano o rovesciabile. Anche nel caso di una camicia button down è il colletto, in particolare la lunghezza, che determina la tipologia e lo stile del capo: il colletto di una camicia button down standard ha le punte di 9 cm e la parte posteriore di 4 cm; il colletto basso ha punte di 7 cm e parte posteriore di 3,2 cm, risultando quindi più moderno e giovanile; il colletto alto con punte fino a 9,5 cm viene considerato più elegante e infine il colletto di una button down con doppi bottoni è molto sportivo e alto nella parte retro della camicia.
  • lunghezza delle maniche: rispetto alla camicia classica da lavoro, la camicia button down può anche essere a maniche corte, mantenendo comunque l’eleganza smart tipica di questo capo. Naturalmente le maniche corte sono molto più che casual e sportive rispetto alle maniche lunghe e il resto dei capi andrebbe abbinato di conseguenza.
  • tasche: le tasche possono stare molto bene con il look moderno e casual della camicia button down, quindi non è difficile incontrare modelli con taschino o anche piccole tasche sulle maniche. Come per quasi tutti i capi di abbigliamento, le tasche conferiscono un aspetto più sportivo quindi sono adatte solo per un uso informale.

Per dare un’occhiata a vari modelli di camicie button down si possono controllare le offerte proposte dalle marche Patagonia, Columbia e Craghoppers.

Come indossare la camicia button down

Una delle domande più frequenti di chi acquista una camicia button down è se questa può essere indossata con un completo. In generale per le occasioni più formali come cerimonie o appuntamenti di lavoro la button down andrebbe evitata perché da molti esperti di moda non è considerata appropriata e sarebbe quindi opportuno preferire una camicia dal colletto italiano o francese. Comunque se si opta per uno stile smart casual, con giacca e pantaloni non eleganti, è possibile trovare degli abbinamenti di buon gusto anche con la camicia button down.

Un altro dubbio molto frequente riguarda la possibilità di indossare la camicia button down con la cravatta. Anche in questo caso si tratta di un no, soprattutto secondo le regole di stile e del senso estetico europeo. Negli Stati Uniti, dove questo capo è nato, le regole sono un po’ diverse e non è raro vedere button down con cravatte e completi, ma qui da noi è meglio non rischiare. L’unica eccezione alla regola può essere quella di indossare una camicia button dall’aspetto elegante con una cravatta sottile.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?