Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Swimrun 78 Articoli

Sesso
  • 67
  • 62
  • 24
Marchio
  • 4
  • 2
  • 2
  • 1
  • 5
  • 25
  • 4
  • 3
  • 5
  • 26
  • 1
Taglia
  • 7
  • 23
  • 26
  • 22
  • 11
  • 4
Taglia scarpe
  • 1
  • 1
  • 1
  • 1
  • 2
  • 3
  • 2
  • 2
  • 2
  • 1
Colori
  • 40
  • 0
  • 1
  • 2
  • 4
  • 13
  • 0
  • 0
  • 4
  • 0
  • 8
  • 9
  • 4
  • 5
  • 0
  • 0
  • 0
  • 1
  • 6
Prezzo
Recensioni clienti
Classificare
 
Pagina 1 di
2

Che cos'è lo swimrun

Muta da swimrun

Lo swimrun è una disciplina sportiva relativamente nuova e ancora non molto conosciuta in Italia. È nata nel 2002 in Svezia e viene considerata una multi disciplina, ovvero uno sport che prevede due attività diverse da eseguire in successione, in questo caso, come dice il nome il nuoto (swim) e la corsa (run). Molto spesso viene confusa con il triathlon, visto che questa attività, oltre alla bicicletta, include anche il nuoto e la corsa. In realtà c’è una differenza molto importante tra i due sport: l’assenza totale di transizioni. Nel triathlon, infatti, lo sportivo prima nuota e una volta uscito dall’acqua inizierà le attività sulla terra ferma mentre nello swimrun il passaggio tra corsa e nuoto e continuo, senza la possibilità di cambiarsi. In più lo swimrun prevede la possibilità di usare alcuni accessori che aiutano nella nuotata, come i pull buoy, i galleggianti, la maschera ecc. Questi attrezzi comunque devono essere trasportati per tutte le parti della gara, senza la possibilità di essere abbandonati nei momenti in cui non sono necessari. Le regole sull’uso di questi accessori extra varia in base al luogo in cui si svolgono le gare e per esempio ci sono molte differenze tra i regolamenti delle gare della Svezia, dove è nata la disciplina, e quelli delle gare in Italia.

L’attrezzatura da swimrun

Per chi pratica questa disciplina è necessario indossare l’abbigliamento e gli accessori più adatti, sia per questioni di sicurezza che per garantire la massima comodità in entrambe le attività dello swimrun. Chi compete a livello agonistico, inoltre, deve avere l’attrezzatura giusta per ottimizzare la performance e dare il massimo in gara. Tra gli accessori più importanti per chi pratica lo swimrun ci sono la muta, le scarpe antiscivolo, la cuffia e gli occhialini, che tra l’altro sono obbligatori per chi compete. Tra gli attrezzi facoltativi ci sono il pull buoy, ovvero un attrezzo a forma di otto da inserire tra le gambe per poter usare di più la forza delle braccia per spostarsi in acqua. Oltre a questi oggetti fondamentali ci sono inoltre una serie di attrezzature utili per l’allenamento o per imparare a nuotare meglio, come i tappi per le orecchie, quelli per il naso, le corde di supporto, i guanti impermeabili e lo spray anti appannamento per gli occhialini da nuoto. Tra le marche che offrono questi accessori da swimrun extra troviamo la Swimrunners e la Head.

La muta da swimrun

Come già accennato, le regole di gara per lo swimrun possono variare tra quelle gareggiate in Italia e quelle gareggiate in altri Paesi. Secondo il regolamento italiano le mute da swimrun vanno indossate completamente nella parte nuotata e nella parte di corsa, sia che si tratti di una muta intera che un body o canotta più pantalone, rendendo quindi la competizione molto diversa da quella del triathlon in cui l’atleta può cambiarsi nel momento della transizione dall’acqua alla terra ferma. La soluzione di indossare sempre la muta è anche più comoda per l’atleta visto che le parti di corsa e nuoto si possono alternare e non sono in sequenza.

Per quanto riguarda le mute per lo swimrun, le aziende che per prime si sono accorte della crescente popolarità di questa disciplina, sono proprio quelle specializzate nella produzione di mute da triathlon, che sono state leggermente riadattate per poter correre in maniera più comoda e veloce sulla terraferma.

La scelta di un modello di tuta da swimrun intera o a due pezzi dipende da come si trova meglio l’atleta, visto che entrambi i modelli garantiscono un’ottima comodità e non inficiano in modo negativo sulla performance. Ciò che è importante è scegliere la giusta taglia in base alla corporatura di chi andrà ad indossare la tuta e il giusto spessore in base alla stagione e alla temperatura dell’acqua. Inoltre esistono modelli di muta disegnati appositamente per le forme del corpo maschile o di quello femminile.

Tra le marche più conosciute di tute da swimrun ci sono la Head e la Colting Wetsuits.

Le scarpe da swimrun

Le scarpe da swimrun non sono molto diverse da quelle del triathlon e poche marche hanno in catalogo modelli progettati appositamente per questa disciplina. L’elemento più importante delle scarpe da swimrun è la suola, che deve essere antiscivolo e con tacchetti ben delineati. Inoltre è necessario che la scarpa non sia troppo pesante, perché una volta entrati in acqua si bagnerà completamente, diventando ancora più pesante, con il rischio di intralciare il movimento di nuotata. A questo proposito, il regolamento delle gare italiane di swimrun prevede che le scarpe vadano indossate obbligatoriamente sia per il tratto di corsa che quello di nuoto e che non debbano pesare più di 350 grammi da asciutte.

Per dare un’occhiata ad alcuni modelli di scarpe adatte per lo swimrun si possono controllare le offerte della Merrell o della Icebug.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?