Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Ramponi

(69 Articoli)

  Marchio

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Colori

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Prezzo (€)

  • -
    Accetta

  Recensioni clienti

Selezionato:
CLASSIFICARE
Pagina 1di
2
 
CLASSIFICARE
Pagina 1di
2

I ramponi da alpinismo

Ramponi Edelrid

I ramponi da alpinismo nascono come un’evoluzione degli scarponi chiodati che si usano su neve e ghiaccio e sono costituiti da un sistema di chiodi o punte che vengono agganciate nella parte inferiore delle calzature per poter migliorare la presa sui terreni più scivolosi delle montagne. Rispetto agli scarponi chiodati sono più comodi perché possono essere montati su vari tipi di scarpe e possono essere rimossi quando si cammina su terreni non ghiacciati, in modo da non rovinare le punte metalliche. I ramponi da ghiaccio classici sono caratterizzati dalla presenza di cinghie e fibbie usate per fissare le punte metalliche agli scarponi mentre i ramponi più moderni, chiamati ramponi ad attacco rapido, sono muniti di meccanismi metallici che ancorano la struttura direttamente alla suola delle scarpe da alpinismo.

Quando si acquista un paio di ramponi da ghiaccio è importante scegliere il modello più adatto per il tipo di terreno che si andrà a scalare e per il tipo di alpinismo. A prescindere dal tipo di ramponcini scelti, è fondamentale controllare che essi siano omologati e certificati, perché in uno sport pericoloso come l’alpinismo la sicurezza è la prima priorità. I ramponi certificati secondo la norma europea CE EN 893 vengono sottoposti a speciali test di resistenza e deformazione che garantiscono la conformità agli standard di sicurezza necessari per poter sopportare le sollecitazioni meccaniche e fisiche anche in condizioni estreme. Quasi tutti i modelli venduti da rivenditori specializzati sono certificati secondo questa norma e l’unica eccezione è rappresentata da alcune tipologie di ramponi da trekking che sono pensati per essere usati su terreni non ghiacciati e con poca pendenza.

Come scegliere i ramponi da alpinismo

Sino ai primi anni ’90 la scelta dei ramponi era molto limitata ma negli ultimi anni le evoluzioni tecnologiche e dei materiali hanno permesso lo sviluppo di ramponi molto diversi tra loro, adatti a varie tipologie di alpinismo e progettati appositamente per vari tipi di terreno. Per scegliere i ramponi più adatti è necessario valutare varie caratteristiche come il materiale di costruzione, il numero e la forma delle punte e il tipo di collegamento per la calzatura.

Per quanto riguarda il materiale di costruzione possiamo trovare ramponi in:

  • acciaio: questo materiale è molto resistente all’usura ma abbastanza pesante e per questo è ideale per la progressione tecnica frontale su pendii abbastanza ripidi.
  • alluminio: i ramponi da alpinismo in alluminio sono più leggeri rispetto ai ramponi in acciaio ma sono leggermente meno resistenti. Vengono usati principalmente per le attività su ghiaccio o neve in terreni pianeggianti o con una leggera pendenza, come lo sci-alpinismo, le escursioni e l’attraversamento di ghiacciai.
  • leghe di metalli: negli ultimi anni alcune marche hanno iniziato a proporre ramponi in leghe leggere e resistenti che possono variare in base al tipo di attività per cui si usano i ramponi da ghiaccio. Questi modelli sono più costosi rispetto a quelli in acciaio o in alluminio ma vengono particolarmente apprezzati dagli scalatori professionisti.

Dopo aver scelto il materiale più adatto per i propri ramponcini è necessario valutare il numero di punte presenti sulla struttura. Solitamente sul mercato si possono trovare ramponi con:

  • 6 punte: possono essere usati solo per il trekking e mai per l’alpinismo perché non garantiscono la giusta presa su tratti in pendenza o completamente ghiacciati.
  • 10 punte: questo modello classico è ideale per il trekking o per l’alpinismo non troppo impegnativo
  • 12 punte: i ramponi con 12 punte sono più tecnici e vengono preferiti per le scalate e le cascate
  • 14 punte: sono pensati per le condizioni più estreme come pendii verticali, scalate in drytooling o su cascate di ghiaccio

Oltre al numero delle punte è importante considerare la forma delle stesse:

  • punte dritte: sono adatte solo per il trekking o i passaggi su terreni pianeggianti
  • punte curvate: il grado di curvatura e di sporgenza delle punte sarà maggiore quanto più alta è la pendenza del terreno da scalare. In alcuni modelli di ramponi da ghiaccio sono presenti due particolari punte: una singola anteriore e uno sperone posteriore per poter agganciare le scarpe su passaggi particolarmente tecnici.

Infine il tipo di collegamento dei ramponi alla calzatura può essere:

  • universale: ovvero con gabbia per il tallone e la punta e lacci per fissare la struttura sullo scarpone. Possono essere usati per tutti i tipi di scarpe da alpinismo
  • semiautomatico: con aggancio automatico solo sul tallone
  • automatico: con struttura di aggancio automatica sia sul tallone che sulla punta. Questa tipologia non si adatta a tutte le calzature ma è pensata per un particolare tipo di scarponi.

Dopo aver valutato tutte le caratteristiche necessarie per scegliere i ramponi più adatti è altrettanto importante affidarsi a marche specializzate e di qualità come la Grivel, la Climbing Technology o la Camp.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -18
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?
Scrivi recensione