Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Imbraghi da arrampicata (118 Articoli)

Sesso

Selezionato:

Marchio

Selezionato:

Colori

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
3
 
Classificare
Pagina 1 di
3

L'imbrago da arrampicata

Bicicletta Cube

L’imbragatura da arrampicata è, insieme ai moschettoni e alle corde, uno dei componenti fondamentali dell’attrezzatura per gli sport di scalata come l’alpinismo, l’arrampicata sportiva, la speleologia e il torrentismo. La struttura dell’imbrago è costituita da delle brache, ovvero delle cinture di stoffa abbastanza larghe, che servono per fasciare la parte inferiore del corpo dello scalatore in modo da sostenerlo quando rimane appeso su una roccia. La funzione principale dell’imbrago da arrampicata è quella di garantire la sicurezza in qualsiasi momento e di sorreggere l’alpinista in caso di cadute o quando cede la presa dalla parete. La struttura viene collegata a una o più corde attraverso degli appositi moschettoni. In realtà è la corda che sorregge lo scalatore e l’imbraco serve per scaricare in modo uniforme la forza di arresto dovuta alla caduta. Infatti, se lo strappo viene concentrato su un solo punto, si potrebbero provocare gravi danni o ferite, mentre con una imbracatura la forza viene attutita su tutto il corpo e la caduta risulta meno pericolosa. Poiché si tratta di un accessorio molto importante per la sicurezza ci sono varie norme che regolano gli standard di qualità e costruzione di ogni imbrago da arrampicata: la norma europea più importante è quella con la sigla EN 12277 che garantisce un carico di rottura di almeno 15kN per una caduta a testa in su e 10kN per una a testa in giù. Questo standard serve anche a certificare l’impossibilità di sfilamento del corpo dall’imbracatura, che non avverrà neanche in caso di cadute molto rovinose. Per i modelli di imbrago da arrampicata non prodotti in Europa esiste un’altra serie di norme di sicurezza approvate dalla UIAA, l’Unione Internazionale delle Associazioni Alpinistiche, che con la norma UIAA-105 certifica la funzionalità e la garanzia di sicurezza dell’oggetto in questione. Quindi, quando si acquista un modello di imbragatura da arrampicata, è fondamentale assicurarsi che in etichetta sia riportata una delle due sigle delle norme o ancor meglio entrambe.

I vari tipi di imbrago da arrampicata

Dopo aver verificato la conformità con le norme di sicurezza europee e internazionali di un modello di imbrago da arrampicata è importante capire se la tipologia scelta si adatta alle nostre esigenze e al tipo di alpinismo che si vuole praticare. In commercio esistono tre tipi di imbracature:

  • imbragatura da arrampicata bassa: questo è il modello più usato negli ultimi anni ed è particolarmente indicato per l’arrampicata sportiva. Si tratta di una cintura attaccata a due cosciali e la corda viene infilata nei passanti di entrambe le parti. Per completare la regolazione la corda deve essere annodata con uno speciale nodo a otto ripassato. Questo tipo di imbrago da arrampicata è molto facile da regolare e può essere adattato al corpo dello scalatore per garantire la massima comodità e sicurezza. Tra gli altri vantaggi di questo modello troviamo la leggerezza della struttura, la garanzia di un’ampia libertà di movimento e la presenza di speciali anelli porta materiali per poter agganciare vari attrezzi alla cintura, come per esempio fettucce e moschettoni. Tra le marche più apprezzate di imbraghi da arrampicata bassi ci sono la Arc’teryx e la Black Diamond, che propongono modelli in varie taglie e colori.
  • imbragatura da arrampicata intera: detta anche imbragatura completa, era molto in voga per qualsiasi tipo di arrampicata negli anni ’80 ma al giorno d’oggi viene usata solo per le vie ferrate, le arrampicate in cordata sui ghiacciai, per i bambini o quando lo scalatore porta con sé uno zaino che può modificare il baricentro e l’equilibrio del soggetto. Questo modello è costituito da un’imbragatura bassa a cui vengono aggiunte delle bretelle e delle fasce per il petto. Si tratta di un modello più pesante rispetto a quello basso e può limitare i movimenti però risulta molto utile per alzare il baricentro dello scalatore ed evitare quindi una caduta con ribaltamento o con strappi alla schiena. Le marche Edelrid e Salewa hanno in catalogo anche questo tipo di imbrago da arrampicata.
  • imbragatura da arrampicata pettorale: come indica il nome si tratta di una struttura per la parte superiore del corpo, costituita da una serie di cinghie che si incrociano sulla schiena e si chiudono sul petto. Questo modello non va mai usato da solo perché non è progettato per sorreggere il corpo in maniera efficace in caso di caduta. Per questo motivo le imbragature pettorali vanno abbinate sempre alle imbragature basse. La combinazione di imbragatura bassa più imbragatura pettorale è una soluzione ideale per chi vuole ottenere i vantaggi di un’imbragatura intera, ovvero baricentro più alto e maggiore protezione contro il ribaltamento, senza costringere troppo i movimenti. Chi volesse indossare questo tipo di imbrago da arrampicata modulare può trovare la parte pettorale nel catalogo della marca Edelrid o Climbing Technology.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?