Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Marchio

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
1
Classificare
Pagina 1 di
1

Che cos'è un siberino

Siberino

Il siberino, detto anche mattonella di ghiaccio, è un contenitore riempito con uno speciale liquido che, dopo essere stato raffreddato, viene usato per raffreddare o mantenere freddo il contenuto di vari recipienti come borse termiche, frigoriferi, portabevande ecc. In realtà il nome tecnico di questo accessorio è piastra eutettica ma è conosciuto nelle varie regioni d’Italia con nomi differenti, come appunto siberino o mattonella di ghiaccio, ma anche panetto del ghiaccio, ghiaccino, polaretto o siberina.

L’uso del siberino è molto più pratico nel raffreddamento e nel mantenimento delle basse temperature rispetto al ghiaccio perché non si scioglie, dura più a lungo e non ci si ritrova con la borsa termica piena d’acqua quando la mattonella di ghiaccio si è riscaldata.

Come funziona un siberino

Come già accennato, il siberino è composto da un contenitore, solitamente di plastica, al cui interno si trova un liquido o un gel a base d’acqua che si raffredda abbastanza velocemente e riesce a mantenere una bassa temperatura per varie ore, sempre in base alla temperatura e umidità esterna. Normalmente il liquido è di colore blu ed è formato da una miscela di acqua e glicole con caratteristiche fisiche paragonabili a quelle dell’acqua, ovvero passaggio allo stato solido ad una temperatura di circa 0° C e calore specifico simile a quello dell’H2O. Grazie a queste caratteristiche, un siberino non si congela troppo velocemente quando viene messo nel congelatore (la cui temperatura media oscilla tra i -15° C e i -20° C) e allo stesso tempo rilascia il calore in maniera lenta quando si riscalda, garantendo una temperatura fresca all’interno della borsa termica per più tempo. Naturalmente, se la temperatura esterna è molto elevata il liquido all’interno del siberino passerà dallo stato solido a quello liquido molto più rapidamente, assicurando una durata della freschezza minore.

Per ottimizzare il funzionamento di un siberino è utile seguire alcuni semplici consigli: riporlo nel freezer per il congelamento con largo anticipo e usare una borsa termica o frigorifero ben isolato. Per poter permettere al siberino di congelarsi in maniera adeguata è consigliabile metterlo nella parte del congelatore del frigorifero almeno una notte prima dell’uso e rimuoverlo all’ultimo momento, quando si sta uscendo di casa. Per far durare più a lungo l’effetto di raffreddamento il contenitore in cui viene posto dovrà essere ben isolato dal calore e dagli agenti atmosferici esterni. Sul mercato si trovano modelli di borse termiche rivestite internamente con schiume isolanti e con chiusura sigillante che permettono di allungare di molto il tempo di cessione del freddo di una mattonella di ghiaccio.

Come scegliere un siberino

Sebbene si tratti di un accessorio semplice ed economico, ci sono alcuni elementi da prendere in considerazioni prima dell’acquisto di un siberino, come ad esempio:

  • tipo di plastica: come già accennato, la maggior parte delle mattonelle per il freddo sono realizzate in plastica, anche se molto raramente si possono trovare modelli in silicone. Se la parte che racchiude il siberino è realizzata in plastica dura, il modello viene definito rigido mentre se si tratta di un siberino con gel contenuto in un film plastico si parla di siberino morbido. In generale la velocità di cessione del freddo non varia in base al tipo di plastica ma il caricamento del freddo, ovvero il modo di congelamento, può essere diverso. I modelli in gel di solito si raffreddano più velocemente e inoltre sono più comodi da trasportare per borse termiche non rigide e dalla forma particolare. I siberini rigidi sono invece perfetti per le borse termiche rigide e per frigoriferi portatili e di solito sono leggermente meno costosi. La superficie esterna della gran parte dei siberini in commercio è liscia per ottimizzare gli spazi all’interno delle borse termiche ma ci sono dei modelli con superficie con dettagli concavi che sono perfetti per appoggiare e tenere ferme bottiglie e lattine. Oltre alla rigidezza e alla superficie della plastica è importante controllare che il siberino sia realizzato con materiali a norma e adatti ad entrare a contatto con gli alimenti e i liquidi senza rilasciare particelle plastiche tossiche.
  • grandezza: normalmente i siberini sono rettangolari o quadrati e hanno uno spessore costante. La grandezza standard è di 17 o 18 centimetri di altezza, 9 o 10 centimetri di larghezza o 3 centimetri di spessore. Per borse termiche particolarmente grandi o se si vogliono refrigerare molti alimenti si possono usare più siberini contemporaneamente oppure optare per un modello più grande, come quelli extralarge da 25 x 20 x 3 cm. Se invece si vuole mantenere il fresco molto a lungo e i siberini non bastano, sul mercato ci sono delle borse frigo elettriche, con voltaggio di 12 volt, che possono essere ricaricate in casa o anche in macchina.

Le marche specializzate in siberini per il campeggio o per qualsiasi attività outdoor sono la Campingaz e la Outwell.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?