Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Marchio
  • 11
  • 5
  • 4
  • 11
  • 5
  • 38
  • 3
  • 47
  • 1
  • 6
  • 12
  • 12
Serie
  • 4
  • 4
  • 8
  • 3
  • 3
  • 2
  • 2
  • 7
Colori
  • 66
  • 2
  • 6
  • 63
  • 8
  • 26
  • 1
  • 4
  • 15
  • 4
  • 2
  • 5
  • 13
  • 0
  • 1
  • 2
  • 1
  • 0
  • 0
Prezzo in €
Recensioni clienti
Classificare
 
Pagina 1 di
3

Le sedie pieghevoli: comodità a portata di mano

Sedia pieghevole Outwell

Quando ci si deve sedere in giardino, in campeggio oppure se si hanno degli ospiti, è sempre consigliabile avere a portata di mano delle sedie pieghevoli da aprire al momento del bisogno per non doversi ridurre a stare seduti per terra con un telo o un asciugamano. Le sedie pieghevoli sono costruite in modo tale da occupare poco spazio quando non sono in uso ma possono essere comode tanto quanto le sedie classiche una volta aperte. Un’altra caratteristica importante delle sedie richiudibili è il peso ridotto per poterle muovere e trasportare senza problemi da un luogo all’altro.


Sono molte le case produttrici di sedie pieghevoli e si possono scegliere modelli di vario tipo. Se si ha intenzione di usare le sedie spesso e per molti anni è consigliabile optare per marche di qualità come la Outwell, la Lafuma Mobilier o la Helinox.


Come scegliere le sedie pieghevoli


Sul mercato esistono moltissimi modelli di sedie pieghevoli che possono essere usate in una grande varietà di ambienti. Per scegliere la tipologia più adatta per le nostre esigenze è bene dare un’occhiata alle seguenti caratteristiche:

  • materiali: tra i materiali più usati per la struttura delle sedie pieghevoli troviamo l’acciaio o l’alluminio. L’acciaio è molto resistente e in grado di supportare pesi elevati ma è anche abbastanza pesante e quindi potrebbe essere difficile da trasportare con comodità. Per questo motivo le sedie pieghevoli da campeggio, che solitamente vanno spostate con frequenza, sono realizzate con piedi in alluminio, materiale altrettanto resistente ma più leggero. Per un uso in giardino possono andare bene anche dei modelli con struttura in plastica ma in questo caso bisogna prestare particolare attenzione alla qualità del materiale. Infatti, la plastica per essere abbastanza resistente deve essere più spessa rispetto ai materiali metallici e perciò se volete delle sedie richiudibili che possano durare molti anni bisogna investire in plastiche di qualità. Inoltre la plastica, soprattutto se di colori chiari, si può macchiare indelebilmente con la pioggia o può scolorirsi al sole. Per quanto riguarda la seduta della sedia, si può scegliere tra tessuti naturali o sintetici. I tessuti naturali come il cotone o la canapa sono più morbidi, non irritano la pelle e risultano molto eleganti ma hanno degli svantaggi significativi che non li rendono adatti per tutti i tipi di sedie pieghevoli. Il cotone, infatti, non è molto resistente agli strappi, non è impermeabile e potrebbe macchiarsi in maniera indelebile con la terra o l’erba. Per questo motivo, per i modelli da usare in mezzo alla natura come le sedie pieghevoli da campeggio, si tendono a preferire le sedute in materiale sintetico, ovvero il poliestere o il nylon, perché si puliscono facilmente, resistono bene all’umidità e all’acqua e rimangono intatte sotto qualsiasi tipo di sollecitazione.
  • destinazione d’uso: se le sedie pieghevoli dovranno essere usate in giardino o comunque nei pressi di un’abitazione è importante scegliere modelli che si adattino all’arredamento esterno e ad altri eventuali accessori presenti all’aria aperta. Sulla scelta del modello più adatto influisce anche l’uso che si vuole fare della sedia. Per i bambini, per esempio, si può optare per modelli molto leggeri ma con schienale e braccioli per evitare cadute accidentali laterali o all’indietro mentre per chi prevede di passare molto tempo sulla sedia si possono scegliere modelli reclinabili per poter leggere, dormire o semplicemente ammirare la natura da diverse angolazioni. Per chi va in campeggio e ha poco spazio o non vuole portare troppo peso ci sono anche degli sgabelli pieghevoli dal peso e dall’ingombro contenuto.
  • resistenza: la corporatura e il peso di chi vuole usare una sedia devono essere presi in considerazione per motivi di comodità ma anche di sicurezza. Tutte le sedie riportano la portata massima consentita che generalmente non è inferiore ai 150 kg. Per i modelli a sgabello o con base più piccola il peso massimo potrebbe essere minore quindi è bene controllare l’etichetta per evitare spiacevoli inconvenienti.
  • peso: questo fattore è particolarmente importante per chi dovrà trasportare la sedia o le sedie con frequenza. Se per esempio si vuole usare l’accessorio in campeggio e non si ha la possibilità di arrivare al luogo con la macchina sarà opportuno optare per modelli ultraleggeri e poco ingombranti. Se invece le sedie andranno posizionate in casa o in giardino questo dettaglio è meno importante.
  • facilità di lavaggio: se le sedie pieghevoli verranno usate all’aria aperta irrimediabilmente si macchieranno di terra, erba, pioggia e così via. Come già accennato i tessuti naturali sono più difficili da pulire, le macchie potrebbero essere indelebili e in ogni caso la seduta andrebbe rimossa dalla sedia e lavata a parte a mano o in lavatrice. Per i tessuti sintetici si può usare un panno inumidito con acqua e del detergente neutro o in alcuni casi usare un tubo da giardino.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?