Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Marchio

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
2
 
Classificare
Pagina 1 di
2

I picchetti per la tenda da campeggio

Picchetto tenda

I picchetti per la tenda da campeggio, chiamati anche puntoni, sono dei bastoncini con punta appuntita che vengono conficcati nel terreno e collegati a delle corde per mantenere in tensione i lati della tenda, agganciandola quindi al suolo. Possono essere realizzati in vari materiali come il legno, la plastica o il metallo e ne esistono di varie forme e misure, a seconda del tipo di terreno e delle caratteristiche della tenda.

Normalmente quando si acquista un nuovo modello di tenda i picchetti da campeggio vengono inclusi nella confezione ma spesso questi non sono i più adatti per il terreno o si possono rompere e per questo potrebbe essere necessario comprarne di nuovi. Questa guida vi aiuterà a capire come sceglierli nella maniera più adeguata

Come scegliere i picchetti per la tenda da campeggio

Per scegliere i picchetti da campeggio più adatti è necessario sapere alcuni dettagli fondamentali della tenda come il peso, la forma, il numero di fessure per picchetti e la resistenza del telone. Oltre a conoscere le caratteristiche della tenda è importante essere informati sui vari tipi di picchetti da tenda che esistono sul mercato, ovvero:

  • picchetti per tenda a spillone: i cosiddetti spilloni sono quei picchetti da tenda che normalmente si trovano in dotazione insieme ai modelli di tenda basici. Come dice il nome stesso, hanno una forma a spillo con corpo allungato e un lato appuntito e sono molto versatili per vari tipi di suolo. Nell’estremità opposta alla punta sono dotati di un occhiello o di un gancio per agganciare le corde della tenda. Per poter funzionare al meglio nel reggere la tenda questi picchetti da campeggio vanno inseriti molto in profondità nel terreno, lasciando fuori solo l’anello. Se il suolo è molto duro potrebbero essere abbastanza difficili da piantare, quindi potrebbe essere utile dotarsi di un martello o una mazzetta per spingerli. In alternativa, si può usare anche un sasso, facendo sempre attenzione alle dita. Anche al momento della rimozione si potrebbero riscontrare dei problemi dovuti alla poca maneggevolezza dello spillone e per questo è consigliabile avere a disposizione anche un levapicchetti o usare la parte a gancio del martello. I picchetti da tenda a spillone possono avere un diametro più o meno grande a seconda del posizionamento o del tipo di struttura per cui vanno usati: per fissare la parte del pavimento delle tende grandi, come quelle a tunnel o a casetta, si devono usare i picchetti più sottili mentre per ancorare l’intera tenda nella parte esterna è meglio optare per picchetti più spessi, che sopportano meglio il peso della tenda e la tensione delle corde. Oltre al diametro è necessario prendere in considerazione anche la forma della parte alta dei picchetti; quelli con punta a forma di “1” sono da preferirsi a quelli con punta a forma di “?” perché la testina dritta facilita le operazioni di fissaggio quando si spinge il picchetto in profondità.
  • picchetti per tenda a chiodo: anche questo tipo di picchetti da campeggio è molto comune. Si tratta del modello più apprezzato dai puristi del campeggio per la sua semplicità e l’ottima tenuta su quasi tutti i tipi di suolo, con una eccezione dei terreni sabbiosi. Nel caso si opti per picchetti per tenda a chiodo è importante ricordare che questi, a differenza di quelli a spillone, non vanno piantati a molta profondità perché non hanno un gancio nella parte superiore e quindi è necessario avere più spazio di manovra per fissare bene le corde. Infatti, se il nodo o l’aggancio della tenda è troppo debole questa potrebbe liberarsi e rischiare di far cadere l’intera struttura. Per garantire la massima stabilità e la massima forza di ancoraggio è consigliabile optare per i modelli più spessi rispetto a quelli con diametro inferiore.
  • picchetti per tenda a pugnale: questa tipologia di picchetti da campeggio viene definita “a pugnale” perché essi hanno una sezione piatta con un lato zigrinato, proprio come quella di un coltello appuntito. La parte superiore può essere a occhiello oppure, molto più comunemente a gancio a forma di “1”, come per i picchetti da tenda a spillone. La forma a pugnale è pensata per i fondi sabbiosi in cui si necessita maggiore aderenza per il terreno più instabile.

Un ultimo consiglio per chi vuole piantare una tenda al meglio senza avere problemi in caso di vento o pioggia è quello di usare tutti i picchetti e usare tutti i tiranti, anche se il produttore garantisce che si tratta di una tenda autoportante. Le uniche occasioni in cui si può evitare di usare tutti i picchetti sono quelle in cui lo spazio è limitato e ci si ritrova a campeggiare con molta gente come durante festival, concerti o raduni. In questi casi, per evitare problemi con i vicini di tenda o per evitare che qualcuno inciampi nei tiranti, è sufficiente usare quattro picchetti perpendicolari.

Tra le marche che offrono picchetti per il campeggio di ottima qualità, pensati per le varie condizioni del terreno, possiamo trovare quelli della Campz, della MSR o della Brunner.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?