Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Tarp (66 Articoli)

Più su parasole e gazebi
  1. Sacchi da bivacco
  2. Zanzariere
  3. Gazebi

Marchio

Selezionato:

Colori

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
2
 
Classificare
Pagina 1 di
2

Che cos'è un tarp

Tarp

Uno dei luoghi comuni più sentiti dell’estate è che “ormai non c’è più il sole di una volta”, ovvero che diventa sempre più importante proteggersi dai raggi UV perché ormai è veramente facile scottarsi anche stando pochi minuti sotto il sole. In realtà un fondo di verità in questa frase c’è: negli ultimi anni le temperature estive sono sempre più alte, con record di giorni di sole e di afa mai registrati prima. Per questo motivo è vero che è sempre più importante proteggersi adeguatamente dal sole, non solo per evitare scottature ma anche per prevenire futuri danni più gravi. Per chi ama trascorrere le vacanze all’aria aperta, come per esempio chi va in campeggio o al mare, è necessario premunirsi di accessori in grado di creare ombra anche lontano da alberi ed edifici. Gli ombrelloni, le tende e i parasoli sono un rimedio classico e sempre efficace per ripararsi dai raggi del sole ma negli ultimi anni si stanno diffondendo anche altri accessori ancor più efficaci: i tarp.

La parola tarp viene dall’inglese tarpaulin è indica un particolare tipo di telone catramato usato per proteggere dalle intemperie e dal sole. Normalmente è costituito da uno strato di tessuto, come il cotone, rivestito di una sostanza che lo rende impermeabile, come il catrame. I primi utilizzi di queste tele erano per proteggere le merci sulle navi più piccole dall’acqua salata del mare, dal vento, dal sole e dalle intemperie in generale. Negli ultimi anni questo tipo di telone viene sfruttato per creare dei modelli di parasole molto efficaci, chiamati proprio tarp. Si tratta di strutture dalla forma a tenda o triangolare costituite da due o più pali e da sistemi di ancoraggio al terreno che sorreggono il telone catramato. Rispetto ai classici parasole sono molto più resistenti ai raggi del sole e alla pioggia. Di solito un tarp è più pesante di un parasole in tessuto ma garantisce una maggiore protezione dai raggi UVA e una riduzione del calore, grazie alle proprietà riflettenti del materiale con cui è costruito.

Come scegliere un tarp

Se si vuole scegliere per un buon tarp per proteggersi dal sole è importante tenere a mente i seguenti dettagli:

  • grandezza: sul mercato esistono modelli di tarp adatti per tutte le esigenze, passando da tarp di dimensioni contenute da usare in luoghi affollati o con spazio limitato come le spiagge, fino ad arrivare a modelli di oltre 6 metri per le situazioni in cui si ha bisogno di molta ombra. Quando si calcola la grandezza è necessario tenere in conto che l’area che occuperà il tarp sarà sempre più ampia perché i sistemi di fissaggio andranno posti in tensione per garantire la massima stabilità.
  • materiali di costruzione: come già accennato la parte di tela è realizzata in cotone o tessuto sintetico rivestito di materiale impermeabilizzante quindi la scelta è molto limitata in questo senso. I materiali su cui si deve prestare attenzione, però, sono quelli dei pali e dei tiranti di fissaggio, in modo da garantire il giusto supporto a tutta la struttura. I pali possono essere in plastica, materiale leggero e dal costo contenuto oppure in metallo, più resistente ma più costoso.
  • peso: ciò che più condiziona il peso finale di un tarp sono proprio i materiali di costruzione dei pali, oltre naturalmente alla grandezza del telone. Se il tarp viene posto in luoghi fissi, come in giardino, o se si ha la possibilità di trasportarlo con facilità il peso non deve essere un fattore condizionante ma se al contrario lo si dovrà portare a lungo in mano o in spalla è sempre meglio controllare questo dato. Comunque in generale la maggior parte dei tarp di medie dimensioni non superano i 3 chilogrammi.
  • facilità di trasporto: naturalmente il peso dell’attrezzo influenza in maniera notevole la facilità di trasporto di un tarp ma oltre a questo fattore è importante considerare anche quanto spazio occupa da ripiegato, se l’accessorio è dotato di zaino o sacca per il trasporto e se i paletti sono facili da rimuovere.
  • protezione solare: il materiale con cui è realizzato il telone del tarp garantisce una buona protezione dai raggi ultravioletti e quindi è perfetto per fare da barriera anche per chi la pelle più delicata, come i bambini. Nei tessuti il fattore di protezione viene indicato con la sigla UPF (Ultraviolet Protection Factor) e i numeri sono molto simili a quelli usati per le creme solari. Molti tarp riportano il livello di UPF sull’etichetta ma in generale per questo tipo di tela catramata esso è uguale o superiore a 50. È importante ricordare che questa struttura non proteggere dai raggi solari in entrata dai lati o quelli riflessi dal terreno o dall’acqua, quindi è necessario sempre mettere la crema solare e indossare gli indumenti adatti.
  • colore: i primi modelli di telone catramato erano verdi scuro ma ormai è possibile scegliere tra varie colorazioni. Tra le nuance più comuni ci sono il bianco, il beige, il verde o l’azzurro perché attirano meno i raggi del sole rispetto a colori più scuri.

Tra le marche che propongono questo comodo tipo di parasole troviamo la Tatonka, la Nordisk e la Hilleberg.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?