Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Scarpe trail running (409 Articoli)

Sesso

Selezionato:

Taglia scarpe

Selezionato:

Marchio

Selezionato:

Colori

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
8
 
Classificare
Pagina 1 di
8

Le scarpe da trail running

Tra i vari tipi di scarpe da corsa esistono dei modelli pensati appositamente per essere usati su terreni più sconnessi, come quelli di montagna senza troppi sassi o quelli sterrati in pianura. Queste scarpe da trail garantiscono il giusto grip anche nei percorsi in discesa e in salita, ovvero quando il piede non si trova nella sua posizione naturale. Quando si corre su terreni non asfaltati è importante scegliere le scarpe giuste anche per assorbire gli impatti e per proteggere la pianta del piede. Per questo motivo le scarpe da trail running hanno una suola leggermente più rigida rispetto alle scarpe da corsa leggere, ma sono comunque abbastanza flessibili da garantire la giusta libertà di movimento. Rispetto alle scarpe da trekking sono più basse per poter far muovere l’articolazione della caviglia, più leggere per non andare ad appesantire il movimento di corsa e più traspiranti per mantenere il piede asciutto anche in caso di sudore abbondante.

Le scarpe da trail running vengono divise in tre tipologie:

Scarpa Trail Running - La Sportiva
  • scarpe da trail running a basso profilo: hanno un tacco rinforzato che va da uno spessore di 0,5 millimetri fino a un massimo di 6. Sono leggere, veloci e con un’ammortizzazione ridotta. Sono pensate per garantire un movimento di corsa naturale e danno una maggiore sensibilità della pianta del piede sul terreno. Poiché l’ammortizzazione è minima, sono consigliate solo per i più esperti della disciplina, in grado di sopportare una minore protezione del piede perché hanno già sviluppato la giusta muscolatura in seguito a numerosi allenamenti su tratti da trail.
  • scarpe da trail running tradizionali: per la loro versatilità e comodità sono idonee sia per gli esperti che per chi si avvicina alla disciplina. Esistono modelli adatti per ogni tipo di specialità del trail running e le caratteristiche principali della scarpa, come la suola, il peso e il livello di ammortizzazione, vengono studiate al millimetro per garantire la massima prestazione senza compromettere la sicurezza del runner.
  • scarpe da trail running massimaliste: queste scarpe da trail vengono definite massimaliste perché offrono un grande livello di ammortizzazione, grazie al tacco basso abbinato a una suola alta. Sono più pesanti rispetto alle scarpe da trail tradizionali e per questo vengono usate da chi vuole proteggere al massimo il piede, da chi ha avuto problemi ai tendini o alle articolazioni o da chi non vuole rinunciare al massimo comfort grazie agli ammortizzatori.

Tra le marche che propongono tutti e tre i tipi di scarpe da trail running troviamo la Salomon, la La Sportiva e la CMP Campagnolo.

Come scegliere le scarpe da trail running

Dopo aver valutato quale modello di scarpa da trail running scegliere in base alle nostre esigenze e al livello di allenamento, è necessario prestare attenzione anche ai seguenti elementi della scarpa:

  • suola: la suola di una scarpa da trail deve essere scolpita in modo da assicurare la stabilità del runner e una buona presa sul terreno di corsa. Per questo motivo le suole di queste calzature non sono mai lisce ma sono dotate di tasselli e scanalature più o meno pronunciate a seconda del tipo di terreno su cui si corre. Per superfici più impervie sarà necessario optare per scarpe da trail running con tacchetti più alti mentre per terreni piani e regolari saranno sufficienti delle scanalature meno ampie per non esercitare troppo grip.
  • ammortizzatore: l’ammortizzatore tra la suola e la tomaia è molto importante per le scarpe da trail perché assorbe le sollecitazioni del terreno e riduce il rischio di infortuni. Gli ammortizzatori rendono la scarpa più pesante, quindi è conveniente scegliere un modello di scarpa che coniughi sicurezza e giusto peso pensando sempre al terreno di corsa che si andrà ad affrontare.
  • tomaia: la parte della scarpa che fascia il piede deve calzare bene senza costringerlo ma allo stesso tempo senza lasciare troppa di libertà di movimento, per evitare la formazione vesciche o persino di traumi articolari. Poiché spesso le condizioni di trail non sono ottimali, molti modelli sono costruiti in materiali impermeabili e anti fango, come il Goretex® o la pelle sintetica.
  • protezione: una particolarità delle scarpe da trail running è la presenza di puntali e fianchi rinforzati, per proteggere ulteriormente i piedi. I puntali, realizzati in materiali duri e resistenti, servono per proteggere le dita, che sono la parte più delicata ed esposta agli urti da sassi, buche e altri ostacoli.
  • peso: quando si corre è consigliabile ridurre al minimo i pesi superflui e il discorso è ancora più valido in montagna, dove, a causa delle condizioni di altitudine e della difficoltà dei percorsi, la fatica è più difficile da gestire. Per questo motivo una buona scarpa da trail deve sì garantire la giusta protezione, ma allo stesso tempo deve essere abbastanza leggera da poter essere indossata con comodità anche per corse molto lunghe.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?