Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Marchio
  • 21
  • 2
  • 7
  • 2
  • 1
  • 14
  • 1
  • 9
  • 21
Colori
  • 9
  • 3
  • 6
  • 13
  • 7
  • 11
  • 0
  • 0
  • 16
  • 1
  • 4
  • 8
  • 6
  • 3
  • 5
  • 0
  • 2
  • 2
  • 0
Prezzo
Recensioni clienti
Classificare
 
Pagina 1 di
2

Le amache

Amaca Amazonas

Lo conferma anche la scienza: dormire cullandosi rende il sonno più profondo e ristoratore. Negli ultimi anni, infatti, sono stati realizzati degli studi scientifici sui bambini che dimostrano che questi ultimi riescono ad addormentarsi più facilmente se vengono cullati tra le braccia dei genitori o se dormono su un supporto oscillante. La stessa cosa vale anche per gli adulti ma per loro ovviamente è molto più difficile trovare un letto in grado di cullarli. La soluzione più famosa è sicuramente l’amaca, costituita da un tessuto robusto che viene sospeso tra due punti di appoggio. Questo tipo speciale di letto nacque in America Latina, venne importato in Europa dagli Spagnoli nel XVI secolo e da quel momento si è diffuso in tutto il mondo. Oggi non è raro vedere un’amaca posizionata nei giardini, soprattutto d’estate. L’amaca da giardino è perfetta per schiacciare un pisolino all’ombra o per dondolarsi e rinfrescarsi durante le ore più calde della giornata.

Sul mercato ci sono modelli costruiti con diversi materiali, in vari colori e di grandezze differenti. Per trovare vari tipi di amache potete dare un’occhiata alle proposte offerte dalle marche La Siesta, Amazonas e Therm-A-Rest.

Come prendersi cura delle amache

Le amache sono realizzate in materiali resistenti e non si rovinano facilmente però è importante seguire alcuni consigli per conservarle al meglio e farle durare più a lungo:

  • evitare gli urti eccessivi che possono ridurre la resistenza dei raccordi
  • riporre l’amaca da giardino in un luogo coperto se non viene usata per un lungo periodo
  • asciugare la stuoia dopo la pioggia per evitare la formazione di muffe
  • non dondolare troppo velocemente per non rischiare di cadere e di danneggiare i raccordi

Come scegliere un’amaca

Per scegliere l’amaca perfetta per riposare al meglio è necessario considerare alcuni fattori:

  • tipologia: esistono due tipi di amache, quelle classiche da fissare su due punti di sostegno, come alberi o pali, e quelle autoportanti, ovvero con una struttura in legno o metallo che fa da supporto alla stuoia in tessuto. Le amache tradizionali sono perfette da usare in giardino e da lasciare sempre in una posizione fissa. Se non si hanno degli alberi o dei pali robusti a una giusta distanza o se si vuole spostare spesso la struttura è meglio optare per un’amaca autoportante, che è sì più costosa ma è anche più pratica.
  • collocazione: a seconda della destinazione d’uso le amache saranno realizzate in materiali differenti. Per le amache da esterno è meglio preferire tessuti resistenti e materiali di supporto antiruggine mentre per le amache da interno vanno bene anche stoffe più morbide e non idrorepellenti.
  • materiali: sul mercato si possono trovare amache con stuoia in tessuto pesante, adatte per i climi più freddi, oppure con stuoia in corda, più fresca e rigida, e quindi perfetta per l’estate. Se si vuole acquistare un’amaca da giardino bisogna prestare particolare attenzione ai materiali di costruzione: se si vive in un luogo dal clima umido, per esempio, la corrosione data dall’umidità potrebbe essere un problema e quindi l’ideale sarebbe scegliere un’amaca con raccordi in legno. Se invece l’amaca non sarà collocata sempre all’ombra è importante evitare amache in plastica o in altri materiali che potrebbero scolorirsi. Infine, se l’amaca verrà lasciata a lungo in giardino, sarebbe meglio optare per tessuti sintetici che non si bagnano e non si macchiano. La fibra sintetica più usata per le amache da giardino e da terrazzo è il poliestere perché dura nel tempo e sopporta bene le sollecitazioni meccaniche e atmosferiche. Per le amache da interni si può optare per tessuti naturali come il cotone che risulta più traspirante e comodo rispetto ai materiali sintetici. Il cotone non è altrettanto adatto agli ambienti esterni perché si scolorisce e si logora a causa della pioggia e del vento.
  • capacità: è molto importante verificare il peso e il numero massimo di persone che un’amaca è in grado di sopportare. Le amache classiche sono calibrate per un peso massimo di 100 kg ma esistono anche modelli rinforzati con peso massimo fino a 150 kg. Alcuni costruttori propongono delle speciali amache matrimoniali con una capacità di 200 kg. Se il peso dell’occupante è alto o se si siedono due persone contemporaneamente su un’amaca è fondamentale controllare che anche i supporti laterali, come gli alberi o i paletti, siano in grado di reggere un peso maggiore.
  • lunghezza: la lunghezza standard di un’amaca è 180 cm ma ci sono modelli per persone alte che arrivano fino a 210 cm.
  • colore: i colori più comuni per le amache sono le varie sfumature del bianco, come il crema, il beige e il bianco panna, perché non attirano il calore e sono facili da lavare anche in lavatrice ad alte temperature. Comunque sul mercato ormai ci sono amache in tutti colori e che possono essere abbinate perfettamente al resto dell’arredamento interno o esterno.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?