Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Caschi sci

(78 Articoli)

  Sesso

Selezionato:
  •  
  •  
  •  

  Marchio

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Circonferenza testa (cm)

Selezionato:

  Colori

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Prezzo (€)

  • -
    Accetta

  Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
2
 
Classificare
Pagina 1 di
2

Il casco da sci più adatto per muoversi in sicurezza

Casco da sci Rossignol Il casco da sci è uno strumento di protezione individuale di estrema importanza, la cui funzione è quella di proteggere la testa da qualsiasi rischio di impatto, utilizzato comunemente non solo per lo sci ma anche nella pratica dell’alpinismo, della speleologia, e in alcuni contesti professionali, quali possono essere le costruzioni, gli scavi e i cantieri. E’ indispensabile nello svolgimento degli sport invernali, ed è obbligatorio per tutte quelle attività sportive che prevedono il rischio di cadute e incidenti. In commercio è possibile trovare vari modelli di caschi, la cui funzione resta invariata, ma dalle caratteristiche tecniche differenti in relazione all’utilizzo al quale sono destinati. In genere, un casco da sci deve essere resistente agli urti e alla pressione, confortevole, sufficientemente leggero, e soprattutto certificato in base agli standard di qualità specifici delle diverse categorie d’uso: non solo alpinismo, sci e sci alpino, ma anche ciclismo e skateboarding, sport equestri e attività lavorative. Considerando il notevole assortimento di modelli, è bene ricordare che i caschi per lo sport hanno precise certificazioni di qualità, e non possono essere sostituiti dai caschi da lavoro, sia per la conformazione e i materiali differenti, sia per il peso: in generale, i caschi sportivi, e soprattutto quelli per lo sci, presentano doti di leggerezza, resistenza e aerodinamicità.

Le caratteristiche di un casco da sci da donna

Obbligatorio per i minori di 14 anni, il casco da sci è comunque raccomandato ad atleti di qualsiasi età, esperti o dilettanti, non solo per sciare ma anche per lo snowboarding e tutte le altre attività sportive da effettuarsi sulla neve, talvolta persino nelle escursioni, se prevedono tratti esposti, vie ferrate e lunghi sentieri in quota. Inoltre, il casco costituisce anche un utile protezione per il freddo per chi è solito sciare nei mesi invernali, quando la temperatura può scendere anche di numerosi gradi sotto zero, mentre, se si prevede di sciare anche nei periodi in cui il freddo è meno intenso, la soluzione ideale è quella di scegliere un casco dotato di un ottimo sistema di areazione, tale da garantire un eccellente livello di comfort. Nella scelta di un casco da sci da donna, è importante verificare con attenzione la taglia, che deve essere corretta, al fine di non creare sensazioni di disagio, e di offrire un’elevata protezione. Un accorgimento utile per scegliere la taglia ideale è quello di provare sempre il casco senza stringere i lacci: se la misura è corretta, anche muovendo la testa rimarrà ben aderente, senza muoversi o cadere.

Il miglior casco da uomo per sci e scialpinismo

In commercio è possibile trovare una vasta gamma di caschi dotati di caratteristiche diverse, in maniera che ognuno possa disporre di un accessorio adatto alle proprie esigenze. La regola fondamentale è quella di verificare, prima di tutto, la presenza del marchio di qualità EN 1077, relativo allo standard previsto dalla legge per i caschi tecnici da sci. Per individuare il casco da uomo più adatto, si consiglia di misurare la circonferenza della testa, appena sopra le orecchie, in maniera tale da orientarsi verso la taglia giusta. Un criterio di valutazione importante nella scelta di un casco è il peso: i caschi sono realizzati con materiali tecnici leggeri e resistenti, tuttavia tra i diversi modelli è possibile riscontrare differenze anche piuttosto rilevanti. Per chi è solito sciare in tutte le stagioni, è opportuno scegliere caschi dotati di un sistema di ventilazione regolabile, in maniera da poter modificare il flusso d’aria anche durante la discesa. Alcuni caschi sono dotati, all’interno, di alloggiamenti appositi per gli auricolari, o di cuffie audio integrate, e permettono di comunicare agevolmente tramite cellulare. Molti modelli dispongono all’interno di cuscinetti rimovibili utili a regolare meglio l’aderenza del casco e renderlo più adatto alla conformazione della propria testa, oltre a poter essere lavati facilmente: un particolare da non sottovalutare, poiché garantisce la massima igiene.

Struttura standard di un casco da sci

I caschi da sci, da uomo o da donna, sono composti indicativamente da due strati, un guscio esterno rigido, estremamente resistente agli urti, alla pressione e agli oggetti taglienti, come pietre o ghiaccio, e una parte interna in materiale sintetico morbido, la cui funzione è quella di assorbire gli urti. Le due parti possono essere unite con diversi metodi di costruzione, la tecnologia più avanzata prevede che siano fuse tra loro, andando a realizzare un corpo unico, con il vantaggio di una migliore aerodinamicità, di una riduzione del peso e di una maggiore capacità di assorbimento degli urti. Per quanto riguarda i caschi da lavoro, destinati alla funzione di dispositivo di protezione durante il lavoro nei cantieri, sui ponteggi, per gli interventi di salvataggio da parte di Vigili del Fuoco e Protezione Civile, sono costruiti sulla base di precisi riferimenti e standard qualitativi specifici per la sicurezza negli ambienti di lavoro, e devono essere dotati di funzionalità diverse, come lo sgancio automatico, non previste dai caschi sportivi.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -18
02 6006 3056
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?
Scrivi recensione