Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Scarpe da corsa

(533 Articoli)

  Sesso

Selezionato:
  •  
  •  
  •  

  Marchio

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Taglia scarpe

Selezionato:

  Colori

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Prezzo (€)

  • -
    Accetta

  Recensioni clienti

Selezionato:
CLASSIFICARE
Pagina 1di
10
 
CLASSIFICARE
Pagina 1di
10

Come scegliere le scarpe da running

Scarpe running Asics

La corsa è un’attività sportiva sana, economica e facile da intraprendere. Per iniziare a correre, infatti, è necessario dotarsi semplicemente di un buon paio di scarpe da running e trovare un percorso all’aria aperta. Le migliori scarpe per correre devono essere comode, traspiranti e adatte al piede del corridore. Il piede, infatti, supporta tutto il peso del corpo e nei movimenti di appoggio della corsa deve essere in grado di ammortizzare le sollecitazioni ricevute dal terreno senza andare a caricare troppo i tendini e le articolazioni. Per questo motivo, prima di scegliere le scarpe da corsa, è necessario riflettere bene sui seguenti fattori:

  • forma del piede: la pianta del piede di ogni persona è differente ed è importante scegliere scarpe da running a pianta stretta o larga a seconda della larghezza della stessa. Modelli troppo stretti potrebbero fare male e ridurre la circolazione mentre modelli troppo larghi potrebbero causare vesciche e bolle.
  • l’appoggio del piede: quando si corre si tendono ad esasperare gli eventuali problemi di appoggio del piede. Esistono soggetti pronatori, ovvero che tendono ad appoggiare al suolo prima l’interno del tallone, e soggetti supinatori, ovvero che tendono ad appoggiare prima l’esterno del tallone. Per capire che tipo di appoggio si tende ad avere si può chiedere a un esperto di postura, a un corridore o vedere da che lato si consumano di più le scarpe.
  • peso del corridore: durante la corsa la sollecitazione sui piedi può essere di 3 volte superiore rispetto al peso corporeo del runner, perciò chi pesa poco ed è molto allenato potrà scegliere scarpe leggere e non ammortizzate mentre chi è pesante o chi non è ancora abituato a correre dovrà optare per scarpe con ammortizzatori.
  • uso: l’uso delle scarpe da running può essere stabilito pensando alla distanza che si vuole percorrere in allenamento, alla velocità che si raggiunge e al tipo di terreno su cui si corre. In base a queste opzioni è necessario valutare se scegliere una scarpa leggera, una più ammortizzata, una impermeabile o una con suola rinforzata.

I vari tipi di scarpe da running

Per rispondere a tutte le esigenze elencate in precedenza esistono sul mercato moltissimi tipi di scarpe da running, che si possono suddividere in quattro gruppi:

  • scarpe da corsa minimaliste: vengono classificate con la sigla A0 e vengono definite minimaliste perché sono prive di accessori e dettagli pesanti e sono realizzate in materiali ultraleggeri. Il peso totale di ogni scarpa si aggira tra i 150 e i 300 grammi e hanno un design ergonomico pensato per favorire il naturale movimento dell’articolazione del piede nella corsa. Sono adatte per chi vuole ottenere una buona prestazione su percorsi regolari. Tra le marche che offrono questo tipo di scarpe per correre ci sono la Nike con il modello Free e la Icebug.
  • scarpe da corsa su strada: possono essere di vari tipi, come ad esempio le superleggere A1, le intermedie A2, le ammortizzate A3 e le stabili A4. La differenza tra questi modelli sta nel peso della scarpa e nella presenza di stabilizzatori nella suola. Le superleggere non superano i 250 grammi e sono molto flessibili, quindi adatte per percorsi lunghi e per atleti leggeri e scattanti. Le intermedie hanno una maggiore capacità di ammortizzazione, non pesano più di 300 grammi e sono pensate per prestazioni a ritmo sostenuto e per corridori con appoggio con leggera pronazione. Le ammortizzate o A3 sono dotate di ammortizzanti più performanti e per questo pesano molto di più rispetto ai modelli precedenti. Sono le più diffuse tra i runner non professionisti e tra chi tende ad avere un appoggio del piede supinato. Le stabili A4 hanno un peso sempre maggiore ai 300 grammi e sono adatte per i runner con problemi di pronazione o per corridori più pesanti che usurerebbero troppo facilmente una scarpa leggera. Molte marche offrono i vari tipi di scarpe da running di ogni tipo e tra le più apprezzate ci sono l’Asics, la Mizuno, la Salomon, la Nike e l’Adidas.
  • scarpe da corsa da trail running: vengono classificate con la sigla A5 e rispetto alle altre scarpe da running hanno una suola più dentellata e rigida per poter correre in sicurezza su terreni più irregolari e sconnessi. Garantiscono anche il giusto grip in montagna nei tratti in discesa. Molti modelli sono impermeabili e traspiranti. Le case produttrici che offrono le migliori scarpe da running per il trail sono la Salomon, la La Sportiva e la Inov-8.
  • scarpe da corsa con tacchetti: sono calzature specialistiche usate in varie discipline come la corsa campestre o le varie specialità su pista. Hanno un peso ridotto per garantire la massima prestazione ma sono dotate di tacchetti sulla suola per ottenere il giusto grip sul terreno. Ogni disciplina prevede l’uso di scarpe da running con caratteristiche particolari e le marche di scarpe per correre più conosciute, come l’Asics, la Mizuno e la PEARL iZUMi offrono modelli con diverse specifiche tecniche.


Hai bisogno di aiuto?
Hai domande?
Contatta i nostri esperti qui!
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?
Scrivi recensione